Più POSsibilità per incassare in modalità digitale

Aggiornato il 26/08/2022

Il mondo di incassi e pagamenti è mutato rapidamente e si dimostra sempre più orientato alla digitalizzazione delle transazioni. Cashback e Lotteria degli Scontrini sono stati tra i principali drivers, previsti dal piano di governo ItaliaCashless, a supporto della crescente richiesta della clientela di pagare con carte e altri strumenti di pagamento elettronici, anche per piccoli importi.

Come fronteggiare questa richiesta? Con serenità e con la consapevolezza che accettare oggi pagamenti digitali è ancor più conveniente, grazie all’azzeramento delle commissioni su transazioni PagoBANCOMAT®  inferiori a 5 euro e al bonus fiscale del 30% sulle commissioni di pagamenti digitali tracciabili.

Scegli il POS che fa per te

Iniziative governative per un’Italia sempre più Cashless: CASHBACK e LOTTERIA DEGLI SCONTRINI

Il Cashback di Stato è un’iniziativa che  ha consentito ai consumatori di ricevere un rimborso pari al 10% di tutte le spese sostenute mediante carte e altri strumenti di pagamento digitali abilitati, fino a un massimo di 150 euro di rimborso a semestre.

Il programma avviato il 1° gennaio 2021, dopo un primo periodo sperimentale nel mese di dicembre 2020 che ha visto una grande adesione da parte dei consumatori italiani, si è concluso il 30 giugno 2022.

Un ulteriore incentivo previsto dal Piano ItaliaCashless, avviato dal Governo, è stata la Lotteria degli Scontrini. Di cosa si tratta?

E’ un concorso gratuito, collegato agli acquisti effettuati mediante strumenti di pagamento elettronici, per il quale sono previsti premi sia per i consumatori che per gli esercenti.

La partecipazione è facoltativa e richiede all’esercente di inserire sul proprio registratore di cassa telematico il Codice Lotteria fornito dal cliente, prima che lo scontrino stesso venga emesso. Solo gli scontrini elettronici emessi in questo modo concorrono al sorteggio, che determina la vincita sia per il consumatore che per l’esercente.

Per entrambe le iniziative sono state escluse le vendite perfezionate su canali e-commerce e mediante pagamento contante. Inoltre, solo gli esercenti dotati di POS e di registratore di cassa telematico consentono alla propria clientela di beneficiare degli incentivi previsti dalle iniziative emanate dal Governo, per concorrere a loro volta alle estrazioni della Lotteria

Per tutti i dettagli sulla Lotteria degli scontrini consulta la Guida per gli Esercenti a cura dell’Agenzia delle Entrate.

MICROPAGAMENTI PagoBANCOMAT®: non perdere occasioni pensando alle commissioni

Per supportare gli esercenti nella crescente richiesta di accettazione dei pagamenti digitali, anche per le spese più contenute, Banco BPM ha avviato una nuova iniziativa sul circuito di pagamento più diffuso in Italia. A partire dal 1 gennaio 2021, per due anni, Banco BPM  rimborsa ai propri clienti esercenti le commissioni generate da tutte le transazioni PagoBANCOMAT® di importo inferiore a 5 euro, eseguite su POS fisici e Mobile POS Banco BPM.

Il rimborso delle commissioni interessate avviene direttamente in fattura con apposita voce di storno. Nei casi i cui la fattura non è prevista, le stesse vengono invece scalate dal totale commissionale in addebito sul conto corrente di riferimento.

L’iniziativa, con termine al 31 dicembre 2022, è gratuita e rivolta a tutti i nostri clienti che utilizzano il POS Banco BPM, senza eccezioni di segmento, categoria merceologica, transato o fatturato. Non sono quindi necessarie apposite richieste alla Banca per la sua attivazione, che viene estesa anche a tutte le nuove sottoscrizioni fino al termine del periodo di validità.

BONUS FISCALE del 30% sulle commissioni per tutti gli Esercenti che utilizzano il POS

Dal 1° luglio 2020 è entrata in vigore la norma relativa all’art. 22 del DL 124/2019, che introduce un credito d’imposta a favore degli esercenti attività d’impresa, arte o professioni, pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate dai consumatori privati mediante carte di credito, di debito, prepagate o altro strumento di pagamento digitale tracciabile.

Questa disposizione si applica ai contribuenti che, nell’anno d’imposta precedente, abbiano realizzato un fatturato non superiore a 400 mila euro, indipendentemente dal regime di contabilità adottato e dalla tipologia giuridica scelta per l’esercizio dell’attività.

Il credito è utilizzabile esclusivamente in compensazione, tramite il modello F24, a decorrere dal mese successivo a quello di sostenimento delle spese.

La Banca mette a disposizione della propria clientela apposita documentazione telematica, relativa alle operazioni PagoBANCOMAT® oggetto di credito d’imposta, alla sezione Documenti del portale YouPos online e, per quanti dispongono del servizio di internet banking YouBusiness Web, al percorso Documenti e Fatture > Documenti > Comunicazioni.

Analogamente, le comunicazioni relative all’operatività effettuata mediante carte di pagamento a marchio internazionale (Visa, MasterCard, Amex ecc.) sono rese disponibili direttamente dalle rispettive società partner, quali Nexi e American Express.

 

L’articolo è di carattere divulgativo aggiornato alla data di pubblicazione. Per conoscere l’offerta della Banca consulta l’area Prodotti.

 

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche si rinvia ai Fogli Informativi disponibili in Filiale e sul sito www.bancobpm.it. L’erogazione del finanziamento è subordinata alla normale istruttoria da parte della banca.

Banco bpm
Scegli il POS che fa per te